MILANO seconda in EUROPA per investimenti immobiliari

Gli investimenti immobiliari previsti, nel solo capoluogo lombardo per il quinquennio 2014-2018, sono oltre 15 miliardi di euro con un impatto di quasi 50 miliardi sul Pil cittadino e circa 10 mila nuovi posti di lavoro, creati dalle nuove iniziative immobiliari.

Tale dato è emerso grazie a Scenari Immobiliari che, sintetizzando una serie di indicatori economici, infrastrutturali e sociologici ha costruito un Indice di competitività delle città europee su scala 100, secondo il quale si realizza una classifica delle principali capitali europee, in cui Milano si posiziona al 2° posto, dietro solo a Monaco.

Nell’ ultimo biennio nel capoluogo lombardo si sono registrati investimenti di provenienza estera per oltre quattro miliardi di euro, la metà di quanto investito in tutto il Paese. Le previsioni, sulla base delle indicazioni raccolte tra i principali operatori, parlano di cifre anche superiori nel biennio 2017 e 2018. La domanda degli investitori non sarebbe diventata realtà se non ci fosse stata anche una profonda innovazione nell’offerta immobiliare cittadina. Le trasformazioni urbanistiche recentemente concluse, in fase di definizione e in previsione, hanno ridisegnato e continueranno a modificarlo, il volto della nuova Milano: una metropoli internazionale in grado di confrontarsi e competere con le principali capitali d’Europa.

Gli acquisti realizzati nell’ ultimo triennio riguardano uffici per quasi il 60% e, a scalare, altri immobili non abitativi.

Autore: Andrea Fantini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *